IHD: L’Organizzazione Mondiale della Sanità dovrebbe esaminare le carceri turche

La Co-presidente di IHD Eren Keskin ha sottolineato la sempre più grave condizione dei malati detenuti nelle carceri che sotto lo stato di emergenza non hanno più l’opportunità per le cure e ha invitato l’Organizzazione Mondiale della Sanità a svolgere una indagine sulle carceri turche.

Il Ministero della Giustizia ha annunciato che il numero di malati cronici arrestati e detenuti e quelli in gravi condizioni in Turchia e nelle carceri del Kurdistan sono 387. Il Ministero ha annunciato che 114 dei detenuti malati ha il cancro.Ogni giorno i detenuti i malati, che vengono considerati come “ostaggi politici”, vengono lasciati senza cure.

Il più grande ostacolo per il rilascio sono le istituzioni di medicina legale che non sono indipendenti dalle forze politiche e che rendono le cure dei detenuti impossibili con le relazioni che esse emettono.

La Co-presidente dell’Associazione dei Diritti Umani (IHD) Eren Keskin ha affermato: “Il problema qui è che le istituzioni di medicina legale hanno bisogno di pubblicare relazioni che attestino che sono inadatti alla detenzione dei detenuti malati che devono essere rilasciati.Ma la medicina forense è un’istituzione ufficiale . Ha bisogno di essere assolutamente indipendente. L’Istituzione di Medicina forense non è indipendente. I loro stipendi sono pagati dallo Stato. È per questo che abbiamo sostenuto per anni che le istituzioni indipendenti competenti e medici indipendenti devono essere autorizzati a documentare la tortura e la valutazione della situazione dei prigionieri malati. Ecco come stanno le cose nei paesi democratici. Essi resistono nel non correggere tutto questo. E le istituzioni di medicina legale continuano ad emettere rapporti negativi. “

Keskin ha dichiarato che il suo cliente Velit Nas era psicologicamente malato e viveva in un mondo totalmente diverso, e ha detto: “Non ha potuto essere rilasciato perché l’Istituto di medicina forense aveva pubblicato un rapporto secondo il quale era adatto per la detenzione. Egli non è in condizione di essere tenuto in carcere. È per questo che non possiamo discutere la questione dei prigionieri malati in modo indipendente dal potere politico “.

Non si possono avere cure in carcere

Keskin ha dichiarato che non ci sono opportunità di cura per i detenuti malati nelle carceri di tipo di tipo R che sono state costruite di recente e ha aggiunto: “Anche se non è possibile curare i malati senza un ospedale completamente attrezzato, è assolutamente impossibile per loro ricevere cure in carcere. E nessuno di loro lo fa. Ho visitato Sibel Capraz di recente, e lei viveva in una cella per una singola persona con la toilette all’interno della cella. Dovrebbe essere in un ambiente sterile, ma lei dorme nello stesso spazio con un water. Ci prendono in giro. Ci sono avvocati che conoscono le condizioni di lì. Nessuno dei prigionieri è in buone condizioni. Purtroppo, essi sono tenuti in ostaggio. “

Ostaggi politici

Keskin ha sottolineato che è sbagliato discutere della situazione di salute del Co-sindaco della Municipalità metropolitana di Mardin Ahmet Türk ha dichiarato: “So per certo che egli stesso non sta bene.Sono tenuti in carceri da parte del potere politico. Ma Ahmet Türk ha 74 anni e lui è una persona con malattie. Il sistema giudiziario ha divorziato completamente dalle regole morali. “

Devono essere ricordati loro i trattati internazionali

Keskin ha evidenziato che la salute dei detenuti malati è peggiorata ogni giorno e ha affermato: ” Noi come associazione dei diritti umani abbiamo fatto appelli costantemente, ma questo problema deve essere affrontato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Ci sono trattati che la Turchia ha firmato. La Turchia non è conforme ad essi. Le verifiche internazionali sono insufficienti, mi rivolgo alle organizzazioni assolvano ai loro compiti nel più breve tempo possibile.”