Le donne in prigione stanno affrontando condizioni difficili

Hatice Onaran, membro della Commissione per le Prigioni dell’IHD, ha affermato che i prigionieri malati si trovano in gravi condizioni. Secondo rapporto , c’è un totale di 1025 prigionieri malati, 357 dei quali in maniera grave. Tra i prigionieri malati, 86 sono donne.

Hatice Onaran, membro della Commissione per le Prigioni della sezione di Istanbul dell’IHD, ha affermato: “Per molte diverse ragioni, le donne non sono come gli altri prigionieri, quando si ammalano. Conosciamo i trattamenti degradanti e umilianti della prigione ed è anche per questo motivo che le prigioniere stanno affrontando una situazione più difficile”.

Onaran ha denunciato che i gendarmi e le guardie di sesso maschile perquisiscono le prigioniere malate che chiedono di essere portate in ospedale.

“Quando le donne hanno il ciclo, spesso non sono rifornite di antidolorifici o assorbenti. Una donna ha molte necessità, alle quali le autorità della prigione non vengono incontro. Dopo l’applicazione dello Stato di Emergenza (OHAL), sono aumentate le perquisizioni a sorpresa”.

Il membro della Commissione per le Prigioni dell’IHD ha chiesto al Ministero della Giustizia e a quello della Salute di “rilasciare al più presto possibile i prigionieri malati particolarmente vulnerabili.”